La Storia di Simulimpresa

La Simulazione di Impresa nasce in Italia nel 1994, da un’intuizione di Sandro Musolesi, della direzione di Città del Ragazzo e dell’Associazione AECA. Grazie ad un finanziamento della Regione Emilia Romagna, si avvia una sperimentazione che vede coinvolti 5 enti di formazione:

  • CFP Città del Ragazzo di Ferrara (sede della Centrale di Simulazione)
  • CFP CIOFS di Bibbiano
  • CFP ENGIM di Cesena
  • CFP CNOS-FAP di Faenza
  • Associazione Seneca di Bologna.

L’obiettivo della sperimentazione è di passare da una modalità didattica trasmissiva fondata sulla centralità del docente ad una modalità costruttivista (learning by doing) in cui emerga la centralità del giovane.
Negli anni, con il coordinamento di Cristina Crisan, il modello pedagogico della Simulazione di Impresa si diffonde e sviluppa all’interno del sistema di istruzione (soprattutto nelle Scuole Secondarie di Secondo Grado, nella Formazione Professionale, ma anche nelle Secondarie di Primo Grado e nelle Università).

Nel tempo i servizi della Centrale di Simulazione si sviluppano e si automatizzano ma, per salvaguardare l’umanizzazione del servizio ed una relazione personale con insegnanti e studenti, viene mantenuta la presenza degli operatori, Silvia Sturaro e Riccardo Anteghini, veri e propri punti di riferimento per le Imprese Simulate del territorio nazionale.

Inoltre, l’appartenenza della Centrale al network Europen – Pen World Wide conferisce al Programma Simulimpresa una dimensione internazionale, garantendo alle Imprese Simulate ed agli Istituti ed Enti che le gestiscono la possibilità di entrare in una rete mondiale di partner.
Referente per i progetti internazionali è Alessandra Minesso.